Regola 6: Gioco di difesa

6.1. Il difensore

6.1.1. Il giocatore non in possesso della palla sarà definito difensore.

6.1.2. Il difensore ottiene il possesso della palla quando:
a. La miniatura dell'attaccante colpita ha mancato la palla.

b. La palla colpisce una miniatura del difensore ferma o il portiere del difensore. Una miniatura sdraiata sul campo non può guadagnare il possesso della palla essendo considerata un oggetto neutrale.

c. Una rimessa laterale, un calcio di punizione, un calcio d'angolo, una rimessa dal fondo, un calcio d'inizio o un calcio di rigore è assegnato al difensore.


Azione da adottare:
Espressione dell'arbitro: L'arbitro indicherà immediatamente qualsiasi cambio di possesso della palla dicendo: “cambio!” (“change!”)

6.1.3. Nel momento in cui si verifica uno degli eventi descritti al punto 6.1.2, il difensore diventerà attaccante e l'attaccante diventerà difensore.

6.2. Gioco di difesa – marcamento difensivo

6.2.1. Dopo ogni tocco della palla di una miniatura dell'attaccante colpita a punta di dito o del portiere dell'attaccante, il difensore può colpire a punta di dito una miniatura a scopo difensivo – marcamento difensivo.
Il difensore non può eseguire il suo marcamento difensivo prima che l'attaccante abbia toccato la palla.

In caso di infrazione:

Espressione dell'arbitro:
Colpo irregolare - calcio di punizione (Illegal flicking - free-flick)

Punizione:
a. Calcio di punizione dal punto dove il giocatore che commette l'infrazione
ha colpito a punta di dito irregolarmente. Vedi regola 11.

b. Cacio di punizione dal dischetto del rigore se l'infrazione è stata
commessa nell'area di rigore. Vedi regola 11.1.


6.2.2. Un marcamento difensivo effettuato dal difensore dopo che l'attaccante ha mancato la palla è considerato un colpo a punta di dito in attacco.

6.2.3. L'attaccante non ha l'obbligo di attendere che il difensore effettui il marcamento difensivo.

Tuttavia, nelle seguenti situazioni, l'arbitro concederà al difensore il tempo per eseguire il marcamento difensivo.

6.2.3.1. Regola 2.1: Piazzamento e sollevamento delle miniature: se l'arbitro interrompe il gioco e piazza miniature conformemente alle regole (quando la palla è ferma), concederà al difensore il tempo per eseguire un marcamento difensivo non ancora effettuato.

6.2.3.2. Regola 5.4: Colpo a punta di dito limitato: Se l'attaccante, per effettuare un colpo a punta di dito, ha la necessità di spostarsi dietro il tavolo di gioco in una posizione che richieda al difensore di allontanarsi impedendogli una conveniente manipolazione del portiere, l'arbitro permetterà all'attaccante di eseguire il suo colpo a punta di dito, quindi concederà al difensore il tempo per eseguire il suo marcamento difensivo.

6.2.3.3. Regola 8.3: Sostituzione del portiere: un portiere rotto o danneggiato può essere sostituito in qualsiasi momento durante l'incontro a condizione che la palla sia ferma. Dopo che il giocatore ha annunciato la sua intenzione di sostituire il portiere rotto, l'arbitro interrompe il gioco, controlla se il portiere sostitutivo soddisfa le regole definite, quindi permette al difensore di eseguire un marcamento difensivo non ancora effettuato.

6.2.3.4. Regola 9.2.2: Rimozione del portiere di riserva (portierino): dopo che il portiere di riserva (portierino) è stato rimosso dall'area di gioco, l'arbitro interrompe il gioco e permette al difensore di eseguire un marcamento difensivo non ancora effettuato.

6.2.3.5. Regola 13.4: Procedura per l'esecuzione di un colpo di rientro dal fuorigioco: quando l'arbitro ha dato all'attaccante il permesso di eseguire un colpo di rientro dal fuorigioco, permetterà prima al difensore di eseguire un marcamento difensivo non ancora effettuato. Dopo che l'attaccante avrà eseguito il colpo di rientro dal fuorigioco, l'arbitro permetterà al difensore di
eseguire un altro marcamento difensivo.

6.2.3.6. Regola 14.2: Procedura per l'esecuzione di una rimessa laterale: prima che l'attaccante possa proseguire il gioco dopo una rimessa laterale, l'arbitro permetterà al difensore di eseguire un marcamento difensivo.

6.2.4. Una miniatura colpita a punta di dito per un marcamento difensivo non può toccare la palla o alcuna miniatura di qualunque giocatore.

In caso di infrazione:
Espressione dell'arbitro: Secondo il caso
Punizione:
a. La palla è ferma:
(1) La miniatura del difensore tocca una miniatura ferma: back (i).
(2) La miniatura del difensore tocca la palla ferma: back (i).
(3) La miniatura del difensore tocca una miniatura dell'attaccante in
movimento: ostruzione - back (iv).

b. La palla è in movimento:
(1) La miniatura del difensore tocca una miniatura ferma: caso (ii).
(2) La miniatura del difensore tocca la palla in movimento: calcio di
punizione (iii).
(3) La miniatura del difensore tocca una miniatura in movimento: calcio
di punizione (iii).
(i) Se il back è richiesto, l'arbitro riposizionerà tutte le miniature coinvolte e/o la palla nelle loro
precedenti posizioni. Quindi, l'arbitro darà il segnale per la ripresa della gara dicendo: gioco! (play!)
(ii) Colpendo una miniatura ferma, sarà assegnato un calcio di punizione (iii) solo se è stato impedito
l'utilizzo della miniatura colpita per giocare la palla in movimento. Altrimenti sarà assegnato un back
come descritto al punto (i).
(iii) Calcio di punizione dal punto dove la miniatura ha commesso l'infrazione. Calcio di punizione dal dischetto del rigore se l'infrazione è stata commessa nell'area di rigore. Vedi regola 11.
(iv) Se il back è richiesto dall'attaccante, l'arbitro riposizionerà le miniature coinvolte ed eventualmente la palla nelle loro precedenti posizioni. L'arbitro posizionerà la miniatura dell'attaccante che ha subìto l'infrazione dove quest'ultima ha avuto luogo e darà il segnale di ripresa della gara dicendo: “gioco!” (“play!”) Perciò, l'attaccante guadagnerà della distanza e manterrà il numero di colpi a punta di dito con la miniatura in questione. Vedi regola 5.2.

6.2.5. Una miniatura colpita a punta di dito per un marcamento difensivo non può toccare alcuna parte del corpo dell'attaccante così da ostacolare il colpo a punta di dito successivo dell'attaccante. In questo caso, se, dopo essersi fermata, quella miniatura ostacola il colpo a punta di dito successivo dell'attaccante, quest'ultimo può chiedere il back o il calcio di punizione.


In caso di infrazione:
Espressione dell'arbitro:
Ostruzione – back / calcio di punizione (Obstruction - back / free-flick)

Punizione:
a. Back per aver toccato qualsiasi parte del corpo dell'attaccante mentre la palla era ferma. Se il back è richiesto, l'arbitro riposizionerà tutte le
miniature coinvolte e/o la palla nelle loro precedenti posizioni, e il marcamento difensivo è perso. Quindi, l'arbitro darà il segnale di ripresa della gara dicendo: gioco! (play!)

b. Calcio di punizione dal punto dove qualsiasi parte del corpo dell'attaccante è stata toccata dalla miniatura colpita a punta di dito per un marcamento difensivo mentre la palla era in movimento. Vedi regola 11.

c. Calcio di punizione dal dischetto del rigore se qualsiasi parte del corpo
dell'attaccante è stata toccata nell'area di rigore dalla miniatura colpita a
punta di dito per un marcamento difensivo mentre la palla era in movimento. Vedi regola 11.1.

Osservazione: Per favore vedi regola 10.6.


6.2.6. In ogni caso, se l'attaccante ha deliberatamente posizionato il suo corpo, o deliberatamente lascia la sua mano sul tavolo di gioco, sul tragitto del marcamento difensivo, un calcio di punizione sarà assegnato al difensore.

In caso di infrazione:
Espressione dell'arbitro:
Fallo di dito – calcio di punizione (Finger Foul - free-flick)

Punizione:
a. Calcio di punizione dal punto dove il corpo dell'attaccante è stato toccato
dalla miniatura del difensore. Vedi regola 11.

b. Calcio di punizione dal dischetto del rigore se l'infrazione è stata commessa nell'area di rigore. Vedi regola 11.1.


6.2.7. Il diritto ad effettuare un marcamento difensivo decade quando:
a. L'attaccante ha toccato la palla con un colpo a punta di dito successivo – non è possibile l'accumulazione di marcamenti difensivi.

b. Il possesso della palla è passato al difensore.

c. La palla ha completamente oltrepassato le linee di fondo o quelle laterali.

d. Un calcio di punizione è stato assegnato e il giocatore che ha subìto l'infrazione non richiede il vantaggio.